Progetto Brasile

Nell'estate 1988 Emilia Parodi, allora studentessa del terzo anno di medicina, andò per un mese in Brasile a Sao Carlos con il VIS (Volontariato Internazionale per lo Sviluppo), una associazione salesiana che ogni anno propone ai ragazzi la possibilità di prestare un servizio di solidarietà a favore dei più vulnerabili e di dare slancio al proprio percorso di crescita.

In una serata rotariana Emilia raccontò la sua esperienza in Brasile; in quella occasione il Rotary elargì un contributo che fu inviato a don José Luis, parroco della Chiesa "Madre Cabrini" di São Carlos, dove i ragazzi del VIS avevano soggiornato.

E' nato così il "progetto Brasile" che è diventato uno degli obiettivi dell'azione internazionale del nostro club.

La parrocchia di don José comprende nel suo territorio una vastissima favela e don José è stato il promotore del centro "Madre Cabrini", che raccoglie ed educa i ragazzi che lasciati a se stessi hanno grandi possibilità di diventare i tristemente famosi "ragazzi di strada": spacciatori, prostitute,..
 
Ogni giorno il centro accoglie circa 140 bambini;  una settantina arrivano al mattino: fanno colazione, seguono alcune ore di lezione ad integrazione di quelle scolastiche, partecipano ad attività ludiche, sportive, artistiche, culinarie, di ricamo, musicali, informatiche, poi pranzano e vanno a scuola. A mezzogiorno arriva il secondo gruppo che dopo il pranzo partecipa ad analoghe attività e, dopo la merenda, ritorna a casa.

Anche grazie al nostro aiuto don José è riuscito a realizzare molti progetti.

Ricordiamo tra i tanti:

§        la nuova cucina, che serve non solo alla necessità di preparare il pasto per i bimbi, ma è anche strumento per insegnare ai più grandi il mestiere di cuoco e di panettiere,

§        la copertura di un vasto cortile in modo che i bambini possano giocare e praticare sport anche con il brutto tempo

§        la banda musicale

§        un gabinetto odontoiatrico


 E' sempre molto commovente ricevere le lettere di Padre José, sempre ricche di parole affettuose per il nostro club:

"preghiamo Dio che vi ricompensi e che questo club rotariano possa sempre compiere i suoi obiettivi di responsabilità sociale per la vita e dignità di tutte le persone".

Le favelas di Jardim Gonzaga e Jardim Monte Carlos nel territorio della parrocchia di Madre Cabrini

Copertura del cortile del Centro Madre Cabrini


 
Sono arrivati gli strumenti per la banda


Targadi ringraziamento al nostro club

Video - Inaugurazione del gabinetto odontoiatrico

 

 

Presidente 2018-2019
Franco Azzolini

Rotary Club di Ivrea - via Torino 98, Ivrea (TO)
email Presidente: presidente@rotaryivrea.it, segretario - Sandro Cognini: segreteria@rotaryivrea.it - tel. 348 5679 699 - c.f. 93009870010 - Informativa sulla privacy
(c) 2011-2018 Sintresis