Progetto Brasile
Nell'estate 1988 Emilia Parodi, allora studentessa del terzo anno di medicina, andò a Sao Carlos con un viaggio organizzato dal VIS.
 
Il VIS, Volontariato Internazionale per lo Sviluppo, è il gruppo salesiano che ogni anno propone ai ragazzi un mese di lavoro tra i poveri.
 
Da questa esperienza, che Emilia raccontò agli amici del nostro club, è nato il nostro "Progetto Brasile".
 
In occasione della sua relazione il Presidente le consegnò un assegno che fu inviato a don José Luis, parroco in una delle favelas più povere di São Carlos, dove i ragazzi del VIS avevano lavorato.
 
La parrocchia di don José gestisce da anni il centro "Madre Cabrini".
 
Raccoglie circa 140 bambini, che lasciati a se stessi hanno grandi probabilità di diventare i tristemente famosi "ragazzi di strada".
 


Una settantina arrivano al mattino: fanno colazione, hanno alcune ore di integrazione scolastica, partecipano ad attività fisiche, artistiche, culinarie, di ricamo, musicali (la banda … di 40 elementi); esiste anche la scuola di informatica. Poi pranzano e vanno a scuola. Al pomeriggio arriva il secondo gruppo e ... tutto di nuovo: pranzo, attività, merenda e a casa.
 
Da allora il progetto Brasile è stato tutti gli anni uno degli obiettivi dell'azione internazionale del nostro club.
 
Abbiamo finanziato la realizzazione di una cucina che serve non solo alla necessità di dar da mangiare ai bimbi, ma è anche strumento per insegnare ai più grandi il mestiere di cuoco e di panettiere.
 
Abbiamo mandato aiuti per la costruzione di nuovi locali e ultimamente il nostro contributo è servito a coprire un cortile in modo che i bambini possano giocare anche con il brutto tempo.
 
E' sempre molto commovente ricevere la lettera di Padre José, piena di parole affettuose per il nostro club:
 
"preghiamo Dio che vi ricompensi e che questo club rotariano possa sempre compiere i suoi obiettivi di responsabilità sociale per la vita e dignità di tutte le persone".
 

 

 


Nella primavera 2006 il nostro Club ha poi finanziato l'acquisto di nuovi strumenti musicali per la dotazione della banda.
 
Di seguito sono riportati alcuni stralci di articoli di quotidiani brasiliani che informano dell'iniziativa. Le immagini sulla gioia dei bimbi per il dono ricevuto sono più che eloquenti.
 



In seguito all'ulteriore
service effettuato nell'anno rotariano 2007-2008 abbiamo ricevuto la seguente lettera con relative fotografie:
 
Caríssimo Sr. Mário Parodi e amigos do Rotary Club de Ivrea
 
É com muita alegria que agradecemos as colaborações destinadas a nós do Projeto Madre Cabrini. Da última vez foi possível comprar 8 mesas plásticas 53 cadeiras, colocar 2 toldos de 5m x 5m (cobertura) em uma área livre da entidade, onde anteriormente dificilmente se realizava atividades com as crianças ao ar livre, pois o sol muito forte inviabilizava o uso do espaço. Como as crianças permanecem na entidade em período oposto ao que freqüentam a escola, é indispensável oferecer atividades recreativas e lúdicas fora de sala de aula, para que mantenham-se motivadas, não se sintam cansadas e irritadas por ficarem fechadas em sala de aula o dia todo. Além disso, foi possível realizar a pintura da nossa quadra poliesportiva, na qual foram demarcadas áreas específicas para desenvolvimento dos jogos desportivos (ex. divisão de campo, delimitação da área de arremesso, etc). Tais benfeitorias têm contribuido substancialmente para que ofereçamos um serviço de maior qualidade à população atendida, além valorizar os espaços disponíveis para realização de atividades.
 
No anexo enviamos fotos das mesas, cadeitas e toldos.
 
Projeto Madre Cabrini _ Pe. José Luiz Ferreira (Presidente)
 
traduzione:
 
Carissimo Sig. Mario Parodi e amici del Rotary Club di Ivrea.
 
E' con molta gioia che ringraziamo per la collaborazione destinata al Progetto "Madre Cabrini" Abbiamo potuto comprare 8 tavole di plastica, 53 sedie, sistemare 2 gazebo di 5X5 metri di copertura in un'area libera dell'opera, che prima difficilmente si poteva usare per attività con i bambini all'aria aperta, perchè il nostro sole estivo scaldava troppo.... e rendeva inutilizzabile quello spazio. Dato che i bambini continuano a frequentare il Progetto nei periodi in cui non hanno scuola, è indispensabile offrire loro attività ricreative fuori sala perché si possano mantenere motivati e non stanchi di restare tutto il giorno al chiuso in sala studio o nelle aule. Al di là di questo è stato possibile pitturare le pareti e il pavimento della palestra polisportiva nella quale sono state marcare le aree specifiche per alcuni sport (divisione dei campi, limiti ecc..). Il vostro contributo ha permesso sostanzialmente di offrire un servizio di maggiore qualità ai ragazzi che frequentano il progetto, oltre al fatto di valorizzare spazi disponibili per le varie attività.
 
In allegato troverete alcune foto dei gazebo, tavole e sedie.
 
Il Presidente del Progetto "Madre Cabrini" - Don Josè Luiz Ferreira
 

 

 

Presidente 2018-2019
Franco Azzolini

Rotary Club di Ivrea - via Torino 98, Ivrea (TO)
email Presidente: presidente@rotaryivrea.it, segretario - Sandro Cognini: segreteria@rotaryivrea.it - tel. 348 5679 699 - c.f. 93009870010 - Informativa sulla privacy
(c) 2011-2018 Sintresis