Note dell'autore a mo' di conclusione
Eccoci al termine della cronistoria illustrata dei 47 incontri avvenuti tra i due club fin dal loro gemellagio nel 1954, il cui cinquantesimo anniversario stiamo celebrando quest'anno. Molti ricordi sono rievocati, ma forse ci manca l'essenziale. L'essenziale di cui non possiamo dare particolari e che non si puo' fotografare, essenziale che ritroviamo per certo in tutti i nostri incontri e che non si poteva ripetere quarantasette volte di seguito.
 
L'essenziale è il calore e l'amicizia che sempre ci a uniti. Non un'amicizia per fare complimenti, di apparenza, mondana, ma amicizia vera, sincera e semplice al tempo stesso. E il piacere che hanno ogni anno da trovarsi di nuovo insieme quelli che hanno la possibilità di partecipare all'incontro e soprattutto gli anziani che si conoscono e si apprezzano da lungo tempo.
 
Occorre aggiungervi un pizzico dei piaceri della tavola e soprattutto la scoperta di cose stupende, opere della natura oppure dell'arte, scoperta resa possibile dal lavoro d'organizzazione e di preparazione dei presidenti e delle commissioni specifiche in carica.
 
A Saint-Claude, speriamo che i nostri amici di Ivrea non si ano stati delusi dagli incontri francesi e ci conforta il constatare che generalmente sono venuti in tanti. Abbiamo tuttavia coscienza di non avere a disposizione altrettante risorse naturali e soprattutto artistiche.
 
I San-Claudiani, ad ogni modo, non sono stati mai delusi. Dobbiamo dire che i presidenti e i consigli direttivi di Ivrea hanno sempre organizzato in nostro onore ricevimenti e gite o visite notevoli e tutto in modo perfetto. Tutti sono da ringraziare. Però, come non citare in modo particolare Giuseppe Ravera, segratario e consigliere per più anni, poi prefetto dall'anno 1972-1973 fino ad oggi. In questo ruolo e con l'aiuto costante e efficace della moglie, signora Maria Clotilde, e sempre stato un organizzatore perfetto degli incontri italiani. Aggiungiamo, fin dal 1991, Mario Parodi, incaricato in particolare delle relazioni con il nostro club, altro grande organizzatore che, con l'aiuto della moglie, signora Carla, ha condiviso da quel momento questo compito cosi pesante, ma cosi ben riuscito.
 
Un pensiero infine per il Rotary International del quale faciamo parte insieme. Senza di esso questi piacevoli incontri, momenti maggiori dell'anno rotariano, non sarebbero semplicemente esistiti.
 
Cette rétrospective a pu être faite grâce à l'aide, sous forme de photos, de recherches d'archives, de textes ou d'explications, de Jean Lorge, Gérard Naegelen, Philippe Lorge, Bruno Saniez, Guy Odobez, Claude Maitenaz, G.Henri Meylan, Patrick Kocher, Jean Vuillard, Paul Pesenti, Dominique Lamy, Alain Laporte, Gérard Lamy, Henri Bourgeat, J.Jacques Matteï, J.Michel Curtet, J. Pierre Dalloz. Si certains sont oubliés, qu'ils veuillent bien excuser l'auteur. La vérification de la traduction en italien a été faite par Mmes Dora Vaux et Marie-Antoinette Favia.
 
Terminé à Saint-Claude, le 20 avril 2004
Un ancien du club Jean Dupin

 

 

Presidente 2020-2021
Luigi Grimaldi
-->

Rotary Club di Ivrea - via Torino 98, Ivrea (TO)
email Presidente: presidente@rotaryivrea.it, segretario - Sandro Cognini: ivrea@rotary2031.org - tel. 348 5679 699 - c.f. 93009870010 - Informativa sulla privacy
(c) 2011-2018 Sintresis